Camosci di Moggio - Gruppo Atletica Moggese a.s.d.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Camosci di Moggio

Notiziario
Perché a Moggio i Campionati Italiani Giovanili di corsa in montagna

Con l'organizzazione a Moggio Udinese di questa importante manifestazione sportiva, l'Amministrazione Comunale di Moggio ed il Gruppo Atletica Moggese - .S.D. hanno voluto ricordare degnamente il tragico sisma che aveva distrutto Moggio Udinese ed una buona parte del nostro Friuli a distanza di 30 anni dalla fatidica data del 6 Maggio 1976
La F.I.D.A.L., Federazione Italiana di Atletica Leggera, con la concessione dei Campionati Italiani Giovanili di corsa in montagna alloggio, ha reso una tangibile testimonianza di merito alle popolazioni friulane ed ai loro politici che seppero reagire positivamente all'immane sventura, ed anche ai numerosi volontari giunti da ogni parte d'Europa in soccorso della nostra gente.
Questo rilevante avvenimento sportivo è dedicato al 300 anniversario del terremoto. A tale scopo il presente opuscolo dedicherà alcuni spazi che documenteranno le varie vicissitudini del sisma.
Nel nostro paese verrà inoltre allestita una mostra fotografica che metterà in luce le molteplici distruzioni delle nostre abita¬zioni e le confortevoli immagini di Moggio ricostruito. I moggesi Vi aspettano per accoglierVi calorosamente e con lo stesso spirito che accolsero trent'anni fa i loro numerosi soccorritori.

I Camosci di Moggio

10 ottobre 1948
L'AZZURRO VUERICH ha condotto alla vittoria la pattuglia del C.A.I. di MOGGIO.
L'8. Alpini al 2. posto.
Gli sportivi moggesi possono dirsi fortunati. Il signor Sebastiano Vuerich non solo è Sindaco di Moggio ma anche Presidente del C.A.I. "Creta Grauzaria". Nella sua duplice veste di primo cittadino e di sportivo va a lui perciò l'elogio per la perfetta organizzazione della gara per la disputa della Coppa Tinivella, elogio che dobbiamo estendere anche al comando del Batt. Tolmezzo collabo¬ratore del comitato.
Preliminari accurati al quartier generale della gara; i concorrenti a letto presto, i dirigenti su fino a tardi, animate discussioni tecniche.
Alle ore 8.20 inizio delle partenze: rappresentanze di tutti i Reggimenti Alpini valligiani e della Carnia ed i "camosci di Moggio", quest'ultimi gran favoriti dal pronostico assieme alle penne del "Tolmezzo". E... come volevasi dimo¬strare, gli arrampicatori-fondisti di Moggio, hanno fatto rimanere in sede il trofeo dedicato al loro cittadino di adozione te. col. Medaglia d'oro Umberto Tinivella, mentre l'azzurro Tassotti, l'atleta che sa imporsi in ogni specialità, conduceva la sua squadra nella scia dei vincitori.
Garretti d'acciaio, cuori generosi, la lotta non è mai cessata lungo l'aspro percorso: il carosello delle squadre lanciate al limite del massimo sforzo fisico, con gli inevitabili crolli, è stato seguito da una folla che non ha lasciato il traguardo avvinta dalle fasi della gara che con un perfetto collegamento radio trasmet¬teva da ogni controllo.
E la squadra vincitrice, arrivata prima al traguardo dopo aver rimontato ben otto pattuglie, ha avuto un'accoglienza entusiastica dai moggesi, i quali però non hanno lesinato il loro plauso alle altre squadre arrivate tutte al traguardo.

ORDINE DI ARRIVO:
1) C.A.I. Moggio (B) Vuerich, Missoni, Biancolino ore 2 17' 48"
2) 8° Alpini Batt. Tolmezzo Bassotto, Turrini, Minesini ore 2 24' 14"
3) 6° Alpini Edolo ore 2 26' 56"
4) C.A.I. Moggio (A) ore 2 32' 30"

2° edizione Trofeo Umberto Tinivella anno 1949 gli ultimi sforzi della squadra dei Camosci Moggesi
I CAMOSCI DI MOGGIO UDINESE
La Squadra del C.A.I. di Moggio Udinese alla partenza della gara di corsa in montagna dal Trofeo
< Umberto Tinivella> composta dagli atleti Maggesi Vuerik Luigi, Brancolino Rino e Missoni Giovanni.
( anno 1949 – Seconda Edizione )

 
Torna ai contenuti | Torna al menu