Affermazione e risultati di rilievo - Gruppo Atletica Moggese a.s.d.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Affermazione e risultati di rilievo

Notiziario
AFFERMAZIONI E RISULTATI DI RILIEVO RIPORTATI DA ATLETI MOGGESI
PRIMA DELLA 2° GUERRA MONDIALE

Negli anni 1937 -'38 -'39, l'atleta SEVERIN O FILAFERRO ( Scevi ) caduto sul fronte Russo, aveva partecipato ai campionati italiani nella specialità del lancio del giavellotto.
Sempre negli stessi anni, l'atleta: LUIGI V UERICH vinse il titolo di campione Provinciale di corsa su
pista nei 5000 metri.
Il suo miglior tempo ottenuto su detta distanza è di 17' e 15". Il Vuerich partecipò pure per la stessa specialità, a competizioni interregionali.
E’ doveroso ricordare che, anche SEVERINO MISSONI disperso sul fronte Russo, ha gareggiato
negli stessi anni, nella specialità del lancio del disco e del giavellotto con ottimi risultati.
Il 28 settembre 1940, gli atleti AMELIO NOT, GIOVANNI MISSONI e GIOVANNI GALLIZIA, vinsero il campionato nazionale di marcia e tiro, organizzato dalla G.I.L. di Udine.

… e una gara del 1949

La squadra del CAI di Moggio composta dagli atleti Moggesi Vuerich Luigi, Missoni Giovanni e
Biancolino Rino ha partecipato nel 1949 alla gara nazionale di corsa in montagna svoltasi
a P-I: rogne sa lago Iseo classificandosi seconda .
Il percorso della gara ero di Km.20 e raggiungeva un dislivello massimo di m. 1349.

MARCIA I N MONTAGNA
" La squadra del CAI dì MOGGIO ribadisce la sua superiorità nella coppa " Città di TOLMEZZO "
Le chiamano " gare di marcia in montagna " ma noi pensiamo che non " marcia " ma " corsa in montagna " si potrebbero denominare queste manifestazioni di sport alpinistico.
I regolamenti non vietano, e tecnicamente non lo potrebbero, la andatura libera dei concorrenti e difatti osservate le squadre quando partono, ungo il percorso all'arrivo.
C'è sempre un tratto iniziale di piano prima di attaccare s'inerpicano a balzi,in una elevazione da camosci, i sentieri sono tagliati in linea retta, attraversati più che percorsi e le discese giù a capofitto, a precipizio: ghiaioni divorati a falcate, ripidi prati dove non mancano fenomenali slittate e capitomboli a ripetizione, arrivi con spunti finali da velocisti per rubare al cronometro quei pochi secondi che potrebbero portare la squadra forse un posto più avanti nella classifica (ma molti arrivano trascinati dai compagni) e l'incitamento della folla accompagna e ritma il passo degli atleti in un crescendo di entusiasmi ...

TUTTI I PRIMI BATTUTI

Battuto il primato delle squadre partenti,battuto il record della gara detenuto dal F.d.G. di TRASAGHIS, vin-citore l'anno scorso col tempo di 2 ore 6' e 28".
I " camosci " del CAI di MOGGIO UDINESE hanno stabilito il nuovo record: 1 ora 48' l4", trionfando nella dura competizione.
I vincitori della coppa TINIVELLA hanno ribadito la loro superiorità sulle balde penne nere del Batt. Tolmezzo, che si sono classificate ancora una volta al posto d'onore.
Sono state quattro squadre che hanno condotto la gara in testa segnando anche i migliori tempi parziali ai controlli dove però i Moggesi avevano sempre fatto registrare a loro favore i tempi migliori.

ORDINE DI ARRIVO. --- Km. 14,dislivello metri 1300.

1°) CAI MOGGIO (B) ore 1 48' 14" (nuovo primato della gara; primato precedente ore 2 6' 28")
CAI MOGGIO(B) Vuerich IL.-Mìssoni G.-Biancolino R.
2°) 8° Alpini Batt.Tolmezzo (B) ore 1 51' 52";
3°) Radioelettra Tolmezzo (B) ore 1 54' 47"



Le premiazioni della corsa in montagna Trofeo Umberto Tinivella in Piazza Uffici - Moggio.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu